• NOI TRE

  • I NOSTRI VIAGGI

  • I MIEI LIBRI

 

Outlaw Bikers?

 

Si ragazzi, outlaw bikers. Nel mondo biker sono molte le sfumature che, se non perfettamente comprese, contribuiscono a creare confusione e magari anche a ricevere qualche mazzata. Non saltiamo a piè pari alle conclusioni, quindi e cerchiamo di sviscerare l’argomento.

Nel mondo dei motociclisti la parola outlaw ha almeno tre significati:

1) Outlaws MC

con la O maiuscola e la s finale; uno dei quattro principali club MC “one percenters”. Insieme agli Hells Angels, i Bandidos e i Pagans sono i club che si fregiano del simbolo 1% (one percenters). Noi Three percenters non c’entriamo nulla con loro (mamma, contenta?).

2) outlaw = fuorilegge; aggettivo

Anche qui, non ci siamo ancora: ovviamente noi non siamo fuorilegge, nè tantomeno quelli che si definiscono outlaw bikers sireputano (di solito) motociclisti fuorilegge o criminali. Non è così (mia mamma inizia a tranquillizzarsi).

3) outlaw = non collegato in nessun modo ad alcuna organizzazione motociclistica

Ed eccoci qui, finalmente: sono detti outlaw bikers (o anche club outlaw, scritto minuscolo e soprattutto senza la “s”) i motociclisti, o i motorcycle club, che hanno scelto di autogovernarsi senza legare il proprio nome e la propria attività ad alcuna “associazione di categoria”. In america c’è la famosa A.M.A., in Italia la F.M.I. ed altre. Per gli harlisti vi è anche la HOG, quest’ultima neppure un moto club ma un’entità dichiaratamente finalizzata a sostegno delle vendite delle motociclette Harley. Noi Three percenters siamo nati liberi e vogliamo mantenere il nostro spirito privo di vincoli e legami.
Così siamo nati e così vogliamo rimanere.

Sempre se va bene alla mamma, naturalmente…

?>